Da Zurigo a Mosca e ora anche a Padova: Bozolo sogna Belluno
Il Gazzettino di Belluno – mercoledì 25 marzo 2015 – Rubrica L’Agenda
Alessandro De Bon

2015_03_31 - Bozolo2

Amsterdam, Zurigo, Parigi, Vienna, Vilnius, Kaunas, Mosca, Gorizia e ora Padova. E Belluno? Il Maestro Riccardo Bozolo, 30 anni precisi, suona il piano divinamente. Lo sanno in Francia, in Svizzera, in Olanda e un sacco di posti in cui, da anni, è chiamato ad esibirsi, solo o accompagnato.

Presto lo saprà anche Padova, che il 31 marzo prossimo ospiterà a Palazzo Zacco-Armeni alle ore 21, il concerto che Bozolo e il Maestro Davide Fagherazzi terranno insieme all’orchestra filarmonica Nova Symphonia Patavina eseguendo il concerto n.5 in fa minore di Johann Sebastian Bach. Riccardo al piano e Davide sul podio del direttore d’orchestra, lui che proprio quella’orchestra, quella degli studenti dell’Università di Padova, prima di dirigerla l’ha pure fondata. Un evento padovano, ma dal sangue bellunese. Si, perché i due Maestri, Bozolo e Fagherazzi, sono bellunesi. Ed entrambi da anni si stanno rivelando ambasciatori bellunesi della musica e della cultura in giro per l’Italia e per l’Europa.

E a Belluno? “Effettivamente sarebbe bellissimo poter replicare questo stesso concerto nella nostra città”, risponde Bozolo, diplomato in pianoforte al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia e protagonista di un percorso di studi, approfondimento, masterclass e perfezionamento, con tanto di riconoscimenti nazionali e internazionali al seguito, decisamente ricco. “L’ultima volta che ho suonato a Belluno era il 2011, per il bicentenario di Liszt – racconta – poi l’anno scorso ho suonato in Cadore. Diciamo che sarebbe bello, qualora l’Amministrazione fosse interessata, certo, poter suonare un concerto così, con un repertorio molto vario, nella nostra Belluno”. Nel frattempo, giusto per non perdersi una buona occasione, perché non pensare a una gita fuori porta? Martedì 31 marzo, ore 21, Padova, Palazzo Zacco-Armeni. I Maestri saranno lì.

 

Scarica l’articolo

 

facebooktwittermailfacebooktwittermail